BENVENUTI NEL FORUM!

Autore Topic: I tuoi figli non sono figli tuoi (Khalil Gibran)  (Letto 41036 volte)

Offline Caramella

  • Collaboratori
  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 2050
I tuoi figli non sono figli tuoi (Khalil Gibran)
« il: 13 Novembre 2008, 12:04:38 pm »

I tuoi figli non sono figli tuoi.
Sono i figli e le figlie della vita stessa.
Tu li metti al mondo ma non li crei.
Sono vicini a te, ma non sono cosa tua.
Puoi dar loro tutto il tuo amore,
ma non le tue idee.
Perche’ loro hanno le proprie idee.
Tu puoi dare dimora al loro corpo,
non alla loro anima.
Perche’ la loro anima abita nella casa dell’avvenire,
dove a te non e’ dato di entrare,
neppure col sogno.
Puoi cercare di somigliare a loro
ma non volere che essi somiglino a te.
Perche’ la vita non ritorna indietro,
e non si ferma a ieri.
Tu sei l’arco che lancia i figli verso il domani.
(Khalil Gibran) 




"Tu sei l'arco che lancia i figli verso il domani"
Una bella espressione di ringraziamento per i genitori di oggi e un bell'incoraggiamento per i genitori di domani. E' un buon punto di partenza per chi "mette al mondo" nuova vita!
Cerca di scoprire il disegno che sei chiamato a compiere, poi mettiti con passione a realizzarlo nella vita.   M.L.K.

Offline kant.51

  • Collaboratori
  • Capitano della Nave
  • *********
  • Post: 31604
Re: I tuoi figli non sono figli tuoi (Khalil Gibran)
« Risposta #1 il: 13 Novembre 2008, 14:50:12 pm »
grazie per l'inserimento Caramellina...l'ho sempre amata molto questa poesia...
Vorrei essere un genitore così, ci provo credimi: ho sicuramente la buona fede dalla mia parte, non so quanto ci riesco. Spero sempre di rispettarli molto come persone e credo che questo vada fatto dal primo momento in cui nascono, può sembrare una esagerazione, ma è qualcosa di cui sono profondamente convinta.
Anzi, il rispetto è addirittura antecedente alla nascita... :-)
cKappa ^*°^*°^*°^*°^*°^*°^*°^*° Sì che ti voglio bene, bene davvero...

Offline Marta Karen Micol

  • Collaboratori
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 5516
Re: I tuoi figli non sono figli tuoi (Khalil Gibran)
« Risposta #2 il: 13 Novembre 2008, 15:50:44 pm »
che bellissima poesia...a e piace particolarmente l'inizio..
l'esser figli non degli uomini ma della vita stessa...è la cosa in cui credo di più al mondo e proprio per questo credo la vita vada rispettata e preservata,sempre...
”Albert Camus once wrote, ‘Blessed are the hearts that can bend. They shall never be broken.’ But I wonder, if there’s no breaking, then there’s no healing, and if there’s no healing, then there’s no learning. And if there’s no learning, then there’s no struggle. But struggle is a part of life. So must all hearts be broken?”


http://martamicol.tumblr.com/

Offline *Tinkerbell*

  • Aiutanti
  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4611
    • ...è tutto quello che vedrai
Re: I tuoi figli non sono figli tuoi (Khalil Gibran)
« Risposta #3 il: 13 Novembre 2008, 22:18:49 pm »
Che bella Caramellina! L'ho ricopiata a mano con una penna d'oca e l'inchiostro verde su una carta particolare e l'ho regalata a mia sorella.  ^_^
Per avere qualcosa che non hai mai avuto devi fare qualcosa che non hai mai fatto

*Think Tink and Trink*

Offline Eclissi

  • Ciurma
  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 3869
Re: I tuoi figli non sono figli tuoi (Khalil Gibran)
« Risposta #4 il: 13 Novembre 2008, 23:34:50 pm »
Stupenda. Commovente fino alle lacrime del cuore...
E rimasi per sempre seduto
sulle vaghe frontiere della tua anima.

(P. Salinas)

Offline Young dreamer

  • Collaboratori
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 6941
    • Sogna, ragazzo, sogna
Re: I tuoi figli non sono figli tuoi (Khalil Gibran)
« Risposta #5 il: 16 Novembre 2008, 15:58:24 pm »
Ah Khalil Khalil... O:) l'ultima frase è davvero emozionante...
E dopotutto ci sono tante consolazioni! C’è l’alto cielo azzurro, limpido e sereno, in cui fluttuano sempre nuvole imperfette. E la brezza lieve […]
E, alla fine, arrivano sempre i ricordi, con le loro nostalgie e la loro speranza, e un sorriso di magia alla finestra del mondo, quello che vorremmo, bussando alla porta di quello che siamo.
(Fernando Pessoa)       Blog: http://sogna-ragazzo-sogna.blogspot.com/

Offline liber

  • Ciurma
  • Cuoco
  • ****
  • Post: 1361
Re: I tuoi figli non sono figli tuoi (Khalil Gibran)
« Risposta #6 il: 16 Novembre 2008, 21:55:19 pm »
Che bello!
Gibran e' il mio poeta preferito!
Grazie!
Namaste Mauna! M'inchino a te, o silenzio!

Offline Silly93

  • Ciurma
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 5521
Re: I tuoi figli non sono figli tuoi (Khalil Gibran)
« Risposta #7 il: 16 Novembre 2008, 22:42:09 pm »
Che bei versi! Grazie, Caramellina! ^_^
Cercherò di seguire l'esempio, un giorno...  :-)
<< Prima di te, Bella, la mia vita era una notte senza luna. Molto buia, ma con qualche stella: punti di luce e razionalità... Poi hai attraversato il cielo come una meteora. All'improvviso, tutto ha preso fuoco: c'era luce, c'era bellezza. Quando sei sparita, la meteora è scomparsa dietro l'orizzonte e il buio è tornato. Non era cambiato nulla, ma i miei occhi erano rimasti accecati. Non vedevo più le stelle. Niente aveva più senso >>.
Desideravo credergli. Ma stava descrivendo la mia vita senza di lui, non il contrario. [Stephenie Meyer, New Moon]