BENVENUTI NEL FORUM!

Autore Topic: L'inchino del capitano  (Letto 1350 volte)

Offline Alloraquando

  • Naufrago
  • Post: 1
L'inchino del capitano
« il: 2 Febbraio 2012, 23:24:10 pm »
 Policeman - testo del dialogo centrale - bozza di copione - commedia comica in tre atti - personaggi principali 2 totali 5 - 1 - Spattino As The Captain - 2 - Dominga as la dancera biunda - 3-4-5-secondo ufficiale-timoniere-secondo timoniere---
---appunti di scrittura copione---

la verità sul naufragio raccontata dalla ragazza segreta del comandante.
LA MOLDAVA, DOPO ESSERE STATA CON LUI IN CABINA ERA SALITA IN PLANCIA, AFFASCINATA DAL COMANDANTE
La 25enne moldava Domeniqua Cermortan nell’ interrogatorio di sei ore e un quarto
ha detto: "Ero in plancia"... “avevo un debole per il comandante che ogni tanto veniva a trovarmi in cabina” ...  “ha salvato centinaia, se non migliaia di vite” “ho assistito ai drammatici momenti delle manovre per tirar via la Sosta Misericordia dagli scogli....
“Spattino e gli altri ufficiali hanno agito benissimo: uno con in mano il timone diceva viriamo a diritta! Spattino allora, da vero eroe, lo ha sollevato dal timone, che ha preso in mano con vigore ed ha subito ordinato “viriamo a manca! “ Il collega timoniere gli ha detto “Ma che vuoi fare una strambata radente? “ ma non vedi che è notte e tanto non ti vede nessuno?” e Spattino “No, mi voglio fare sta strambata notturna che rimarrà nella storia, perché solo io posso salvare l’inchino che tu non vuoi fare perché é troppo tardi”.... “Allora tutti gli ufficiali hanno preso e so usciti tutti dalla plancia a gambe levate”...  “Solo uno voleva convincere il comandante a mettere le macchine indietro tutta ma lui lo ha cacciato in malo modo” .... e poi mi ha detto “ tu resta qui cara e vedrai che ti faccio venire i brividi.. questi deficienti stavano per perdere l’occasione dell’inchino che avevo promesso solo per farmi dispetto.... hai visto il timoniere come mi guardava.. mi odia proprio...    ma ora io e te mo’ lo salveremo.... e questo inchino rimarrà nella storia.... “  “ad un certo momento si è sentito come un rumore forte e la nave come se frenasse.. come se qualcuno la trattenesse...”  “forse un pesce grosso.. chissà...”  “Allora schettino ha detto una frase che in napoletano che non riesco a pronunciare bene tipo..:”Marò!...agg. sbagliato solo pe’ tre secondi sta cazz.. e’ strambata... mo’ amm’ fatt’ no guaio bello grosso.. marò!.... mo’ telefono alla Sosta che ho sgarruppato a nave.... e chiamo subbito a capitaneria che mandi du rimorchiatori appresso.... “ Pè frenà na bestia come a’ cchista’ avro sgarruppato contro nu bell’ mostro marino... d’altronde su ste cazz e’ carte nautiche non ci stà scritt nu cazz de scuoglio acca’......”  “.. o so sbagliate e carte... o è stato nu pesce-balena....” “comunque adesso andiamo a vedere i danni.... io scendo e guardo tutto da riva... tu vai in cabina e prepara e valigge.. po’ te chiamm...”
Appena usciti dalla plancia ho sentito gli altri ufficiali che gli urlavano..:” “Ueh capità..  hai vist’? I’ te l’agg’ rittt’ che duvevi virà a diritta.. a ‘cchilla velucità te potevi solo scuntrà dint’a scuogl.. comm’hai fatt’... !” e un altro “Spattino!..., Spattino!..., ma che hai fatto!... hai fatto nu guaio bello e grosso!! I te vulesse dicere... ma tu nun m’agg’ fatt’ parlà .. ché vulevi fa’ o fig’ co c’abbionda?!....” e un altro ancora  “Comandante.. avete perso la scummessa mi dovete pagare una colazione all’alba.. i ve l’agg ditt’ che neanche nu grande capitano cumm’avvue poteva strambà là abbascio.... ma che avevate un po’ bevuto c’à bbionda?” E Spattino “deficienti, non avete capito nu cazz’.. si nun facivo o’ inchino’ a Sosta perdeva 200 mila euro co’ u comune’...” si vede che non avete niente in zucca.. si vue strambavate al momento stabilito chisto casino nun sarebbe succeduto! Invece mi avete voluto fare nu bello scherzo solo perché ero in pausa sottocoperta... “Siete proprio una manica di strunz...ma prima o poi faremo i conti.. statene certi...”