BENVENUTI NEL FORUM!

Autore Topic: Amicizia molto molto incrinata  (Letto 1672 volte)

Offline blablabla

  • Esploratore
  • *
  • Post: 11
Amicizia molto molto incrinata
« il: 4 Febbraio 2013, 02:37:01 am »
Ciao a tutti gli internauti.

Chiedo qualche consiglio a chi passa di qui perché io proprio non mi ci raccapezzo più.

Rapida contestualizzazione:
il mio problema è l'amicizia con il (?) mio amico. Un amicizia di 5 anni, negli ultimi due molto intensa tanto da essere definita da lui la sua migliore amica. L'amicizia era andata stringendosi naturalmente .
La nostra amicizia nasce in un contesto di amicizia di gruppo (13 persone) nei quali io e il mio compagno, lui e la sua compagna, più un quinto amico avevamo formato un gruppo ancora più affiatato.

Precisazione1: io sembro PIENA di amici, ma in realtà sono più portata per amicizie profonde e tendo a non concedermi.
Precisazione2: Con i rispettivi compagni si parla di storie d'amore decennali per entrambi.

 Tornando a noi, 10 mesi di chiaccherate strasimpatiche, a tutte le ore, compagnonismo (???) scherzi... Insomma amicizia tra maschi, come piace a me.
A essere sincera io ero un po' diffidente, soprattutto di lui, perchè abbiamo sensibilità e idee della vita molto diverse. Ed ero anche un po' titubante perchè lo vedevo legarsi a me un po' misconoscendomi (secondo me ha visto in me una durezza e un menefreghismo e anche una cinica intelligenza che non ho).
Lui crede molto nell'amicizia con me e l'altro nostro amico, ci vede come indissolubili e ce lo dimostra. Insomma ci uniamo molto io lui e l'altro, creando degli squilibri nel gruppo a 5 e poi a 9, a cui sono seguite delle fasi di duro assestamento.



Comunque... Egli spariva di colpo  e ogni tanto invece premeva sull'acceleratore per stringere l'unicità del rapporto di amicizia.


AAAAAAAAAAHHH... ma quanto sto scrivendo.

comunque... Da parte mia, che dire... c'era diffidenza e contentezza. Il rapporto mi ha dato tantissimo. Lo ammiravo come persona ed è stato il primo rapporto "civile" serio (e non d'amore come quello col mio compagno) che abbia avuto. E mi ha insegnato molto. Dall'altra, non mi sentivo molto a mio agio, di fondo avevo una paura fottuta di lui, e molta soggezione; perchè sapevo che risiedeva tutto su un fraintendimento sulla mia persona. E molto trattenuta: mi sono sempre sentita un po' in colpa con la mia amica, e quindi se con persone meno amiche mi permettevo mille espansioni di affetto, con lui ero sempre molto in punta di forchetta.

Questo disagio resta fino a poco prima della mia partenza, quando io e la mia amica ci avviciniamo molto, vedo loro due sereni e decido che lui mi ha dimostrato abbastanza da potermi fidare.


Rovino il finale, sul quale non mi dilungo. se vorrete approfondirò:
prima di partire stende tappeti rossi sulla nostra amicizia, ci sentiamo e poi... tragedia! sparisce come nel corso dell'anno a seguito dei problemi di cui parlavo sopra, io lo rimprovero (per la prima volta io, quando era sempre stato lui) per mia scelta ma anche chiedendo suggerimento al mio compagno e al mio amico; dico questo per far capire che non l'ho insultato o altro.
e lui mi risponde in un modo che mi ferisce ancora adesso, molto freddamente dall'alto in basso. e veramente... secchiata d'acqua in faccia! litighiamo di brutto e un po' estenuantemente; io pongo fine all'amicizia. poi ci si arrabatta, sono quattro mesi che ci si arrabbatta. che passo da mille emozioni e sentimenti.
Mi sento schiaffeggiata.

Sento la sua mancanza.

Ma sono anche molto arrabbiata con lui. Perchè io sono lontana da tutti, anche dal mio compagno, completamente sola, e non meritavo questo sconvolgimento, bensì un po' di attenzione.


Lui mi evita credo sia apposta sia non.
Io posso fare finta di niente, ma la cosa mi ha distrutto.

ora ci sono tre cose:
1)come gli ho scritto quando ho posto fine all'amicizia, non riesco ad andare oltre a quello che mi ha scritto, non perchè siano state cose di per sè offensive (penso che si possa soprassedere su tutto) ma perchè è come se avessi avuto davanti tutta la sua cattiveria e la sua superficialità.

2) lui non credo si sia pentito; gli dispiace della mia reazione ma non capisce. E io non cerco il suo pentimento, ma almeno trovare due occhi di persona dietro ai suoi.

3) Io sono all'estero, da sola; e non riesco a gestire questa cosa. mi sono riavvicinata ad altri amici, ma sto ancora reagendo per reazione e non per scelta.

 :(
« Ultima modifica: 9 Febbraio 2013, 03:44:46 am da blablabla »

Offline blablabla

  • Esploratore
  • *
  • Post: 11
Re: Amicizia molto molto incrinata
« Risposta #1 il: 4 Febbraio 2013, 02:46:33 am »
Scusate... è lungo.

solo una riga per precisare che comunque ho un debole per lui. non ci si strappa dal cuore in un istante una persona per cui si ha avuto un moto d'affetto spontaneo.

e allo stesso tempo, non credo gli permetterò più di avvicinarsi a me, quando rivorrà farlo. E la consapevolezza di ciò mi intristisce parecchio.
« Ultima modifica: 8 Febbraio 2013, 04:34:37 am da Manfry »

Offline kant.51

  • Collaboratori
  • Capitano della Nave
  • *********
  • Post: 31604
Re: Amicizia molto molto incrinata
« Risposta #2 il: 7 Febbraio 2013, 23:46:18 pm »
BBB, non è che non voglia risponderti, ma la tua storia è veramente ingarbugliata, ci ho capito poco e, soprattutto, sei sicura che si tratti di amicizia? A me sembra di riconoscere spesso tracce di qualcosa che si chiama in altro modo, si chiama amore ! :-)
Non è bello sparire dalla vita di un amico o di un amore, credo che un comportamento semplice e costante sia una chiave importante per non soffrire e non far soffrire, ma forse parlo troppo facilmente, ciascuno di noi  cela in se' motivazioni e spinte molto complesse che danno il via a comportamenti complessi...
Che dirti? Buona fortuna, cara BBB, spero tu stia meglio prestissimo nel tuo animo!  :-)
cKappa ^*°^*°^*°^*°^*°^*°^*°^*° Sì che ti voglio bene, bene davvero...

Offline Manfry

  • Amministratori
  • Medico di Bordo
  • *****
  • Post: 5795
    • Manfry.eu
Re: Amicizia molto molto incrinata
« Risposta #3 il: 8 Febbraio 2013, 06:10:39 am »
Mah... la storia è un po' complicata e purtroppo, per come è finita, secondo me, dubito che possa risistemarsi.
Tu sei rimasta offesa, mentre lui è un po' orgoglioso e non penso tornerà indietro.
E di certo non aiuta il fatto che sei all'estero e necessiti di sentirti "a casa"...
MANFRY

Non esistono né pregi né difetti, ma solo caratteristiche che ci rendono unici.

Offline blablabla

  • Esploratore
  • *
  • Post: 11
Re: Amicizia molto molto incrinata
« Risposta #4 il: 9 Febbraio 2013, 03:37:54 am »
Grazie a entrambi.

Non preoccupatevi, ci capisco poco anch'io, e soprattutto sono anche stufa di spenderci energie mentali sopra.

Amore? io non credo, onestamente.
ho sempre creduto che i sentimenti non siano facilmente distinguibili, e la cosa non mi ha mai spaventato. Ma con lui non mai percepito quel tipico "segnale di pericolo" che si avverte quando una persona ci attrae. Forse sono stata avvantaggiata dal fatto che fisicamente non è proprio il mio tipo!  :-d .

Forse è stata più simbiosi, quello sì. troppa.

Va beh.

Vedremo come andrà avanti.
Tanto frequentiamo la stessa gente. Proprio 4 giorni fa è tornato a raccontarmi del più e del meno. E io l'ho lasciato fare (non concedendogli nulla di me, of course  >:) )

Le cose dovranno sistemarsi, anche solo regredendo a una educato rapporto di conoscenza!


Grazie!
« Ultima modifica: 10 Febbraio 2013, 20:33:26 pm da Manfry »