BENVENUTI NEL FORUM!

Autore Topic: Federalismo in Italia?  (Letto 8709 volte)

Offline sweetlove

  • Ciurma
  • Scoperto
  • *
  • Post: 54
Re: Federalismo in Italia?
« Risposta #15 il: 1 Ottobre 2008, 16:54:43 pm »
mmmm....la modifica del titolo v della costituzione è già in vigore dalla fine del 2001...le regioni, le provincie, i comuni e le città metropolitane, che in effetiva non esistino ancora se non sulla carta, da quanto ne sia al corrente;

Godono già di un 'autonomia decentrata per quanto riguarda sia l'amministrazione territorio, sia della scuola, più precisamente scuole elementari, medie e istituti professionali di stato che sono gestiti dalla regione, sia della sanità con differenti valori di ticket in base alla regione,

inoltre con la legge costituzionale che avete citato è stato inserito un contributo, deciso da un principio di solidarietà che le regioni italiane devono versare in un fondo detto appunto di solidarietà, dal quale la ricchezza verrà distribuita alle varie regioni in base al fabisogno, inoltre la quota versata dalle regioni varia a seconda della loro ricchezza.

Questa riforma ha decisamente migliorato alcune cose sopprattuto riguardanti l'istruzione e la tassazione, ma anche la facoltà delle regioni di emanare leggi, che comunque non hanno lo stesso valore di quelle emanate dal parlamento.

Io vivo in una delle regioni che avete definito come ricche...e la nostra ricchezza in un certo senso viene spercata attraverso questa cosa ridicola del fondo di solidarietà...perchè, premetto non volendo essere polemica...ora siamo noi cittadini delle regioni ricche a contribuire a bilanci di quelle povere con le nostre tasse extra...mentre prima era lo stasso con la ridistribuzione dei tributi di tutte le regioni!!

Inoltre le spaccature tra nord e sud...non sono state create certo dalle regioni ricche del  nord...visto che agli occhi dello stato noi arriviamo sempre dopo...e basta un esempio per renderlo lampante...il caso dei rifiuti a Napoli ha creato enormi problemi al governo precedente e a quello odierno che ha addiritura portato una seduta del parlamento a Napoli...al contrario quanto qualche mese fa, a causa delle piogge c'è stato un caso di inondazione in Piemonte gli unici ad occuparsene sono state le autorità regionali e la protezione civile, oltre ai singoli abitanti!!!!

Con questo, lo ripeto non voglio creare discussioni inutili...ma voglio evitare che come al solito si penalizzino le regioni ricche del nord solo perchè sono più produttive...fidatevi anche noi abbiamo i nostri problemi..che non sono di certo pochi!!!
la vita è un percorso che si basa su tappe...ognuna delle quali ci insegna qualcosa di importante per quella successiva...questo ci serve per crescere ed essere felici e sereni!!!

Offline nadiad

  • Ciurma
  • Pirata Semplice
  • ***
  • Post: 651
Re: Federalismo in Italia?
« Risposta #16 il: 5 Ottobre 2008, 19:28:46 pm »
cara sweetlove, purtroppo hai la testa confusa dalle argomentazioni della tv berlusconiana, ricorda che nessuno vale per se stesso ma ognuno ha bisogno dell'altro, pensi che le produttive imprese del nord vendono i loro prodotti, ad esempio, in germania? be' ti illudi. il mercato dei prodotti del nord e' in gran parte rivolto al sud che compra e, quindi, restituisce ricchezza, e cio' avviene sempre negli scambi fra paesi civili, mentre il nord che viene fuori e' solo un nord chiuso in se stesso, nella suo provincialismo egoista. cosa diresti se ogni paese europeo si chiudesse in se stesso? pensi davvero che riuscireste a farne a meno? il fatto e' che nessuno e' da se stesso autosufficente e le carenze di amministrazioni sbagliate non si risolvono con ''chi se ne frega, che si arrangino"ma, chissa', (ma questo la tv non lo dice), magari si risolvono analizzandole e quindi provvedendo, magari anche guardando a chi ha speculato, spesso imprenditori del nord, e poi non ha restituito
detto questo il federalismo e' giusto in quanto valorizza e conosce le realta' locali , ma in una prospettiva di scambio reciproco e non di chiusura, chi si chiude e' solo egoista e prima o poi paghera'....
« Ultima modifica: 5 Ottobre 2008, 19:33:14 pm da *TiNkErBeLl* »

Offline brezza

  • Ciurma
  • Cuoco
  • ****
  • Post: 1922
Re: Federalismo in Italia?
« Risposta #17 il: 24 Ottobre 2008, 21:11:57 pm »
Il Federalismo sia mondiale che nostro ci riporta in qualche maniera all'Italia dei comuni.  0ra,di massima,questo presupporrebbe che ogni entità si muovesse in modo da essere autosufficiente dando il surplus a uno stato centrale che indichi e ottemperi le linee guida che vanno a legare le diverse realtà presenti nel territorio.  Questo vuol dire anche che ogni entità si "tiri su i calzoni da solo" e non manchi nel contempo di seguire le linee guida generali.  In parole povere,chi fino a questo punto è vissuto di puro assistenzialismo,derubando nel contempo le risorse altrui dovrà rendersi conto che questo tempo è finito e dovrà rispettare e far rispettare le linee guida dettate.   Temo che tutto questo abbia un facile conseguimento ma se vogliamo realmente uscire dall'attuale stato di cose è a parere mio cosa imprescindibile.

Offline *Tinkerbell*

  • Aiutanti
  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4611
    • ...è tutto quello che vedrai
Re: Federalismo in Italia?
« Risposta #18 il: 24 Ottobre 2008, 21:22:36 pm »
TiNk hai saputo qualcosa di interessante dal tuo genitore?
Caro Sir Jo, scusa se ti rispondo solo ora, ma pensavo di averti già risposto a suo tempo. Allora, ho parlato con mio babbo taaaaaanto tempo fa e, ovviamente, la mia è una memoria di ferro e quindi non è che ricordi poi così tanto... :"> Comunque alla fine lui ha confermato quello che io (e anche tu) avevo capito e cioè che così si aumenterà di molto il divario Sud-Nord ma, a quanto pare, lo Stato potrebbe/dovrebbe (secondo me deve) intervenire con dei "fondi speciali" da destinare alle regioni particolarmente in ginocchio (che saranno più o meno dalla Campania alla Sicilia)
Per avere qualcosa che non hai mai avuto devi fare qualcosa che non hai mai fatto

*Think Tink and Trink*

Offline tompa

  • Ciurma
  • Mozzo
  • **
  • Post: 323
Re: Federalismo in Italia?
« Risposta #19 il: 3 Novembre 2008, 10:58:58 am »
signori miei cari anche io vivo in una regione detta ricca ma non per questo sono daccordo col federalismo darei si piu' autonomia alle regioni ed ai comuni ma non vedo il motivo di prendere un po hai ricchi per dare hai poveri un po come robin hood.ci vogliamo forse dimenticare che il centro nord e il nord hanno e sfruttato e sfruttano ancora i vari gennaro e salvatore per i lavori piu' umili e sporchi oppure vogliamo abbandonare a se stessa la terra dei toto' de filippo o troisi.vogliamo dimenticarci delle nostre splendide isole non mi sembra giusto siamo italiani anzi come dice caparezza siamo dell'universo e allora tutti per uno e uno per tutti non lasciamo indietro nessuno perche avremmo poi di che pentircene.pensate solo al fatto che la criminalita' al sud e' piu' elevata che al nord solo per il fatto che mafia o chi per essa controlla la maggior parte del territorio togliamo a queste regioni anche quelle poche sovvenzioni che gli arrivano grazie alle maggiori tasse pagate dalle regioni piu' ricche diminuendo le risorse si avrebbe sicuramente meno sviluppo e meno lavoro con conseguente aumento di criminalita' e dove pensate che si dirigerebbe questa criminalita' se non sulle regioni piu' ricche.se dai un pesce ad un uomo lo sfami per un giorno se gli insgni a pescare lo sfami per tutta la vita,insegnamo a queste regioni il rispetto per loro stesse aiutiamole a difendersi dagli aguzzini diamo loro una possibilita' e sono sicuro che poi ci aiuteranno a traghettare questa italia verso un periodo piu' luminosos per tutti
con lunghi giorni al sonno dedicati il dolce aprile viene quale segreti scopri in te il poeta che ti chiamo' crudele.
ma nei tuoi giorni e' bello addormentarsi dopo fatto l'amore come la terra giace nella notte dopo un giorno di sole

Offline Sir Jo

  • Collaboratori
  • Cannoniere
  • ******
  • Post: 9511
Re: Federalismo in Italia?
« Risposta #20 il: 3 Novembre 2008, 11:22:17 am »
Non mi rimane che concordare con la saggezza di ciò che dici, tompa. Io sono dell'idea di aumentare le autonomie locali delle regioni (e di sopprimere le province), ma lasciando sempre un elevato controllo del gettito fiscale da parte dello Stato. Si dovrebbero valutare delle percentuali giuste di fondi che restano alle regioni e di fondi che lo Stato debba riscuotere per tutelare tutto il territorio nazionale.

Per quanto riguarda il discorso dove dicevi: "non diamo un pesce, ma insegnamo a pescare" sono perfettamente d'accordo. Ma come? Si è cercato di far fare azienda al Sud con leggi quali la famosa legge 44 (mi pare) per l'impresa giovanile. Venivano dati un sacco di soldi, questi sono finiti per la moaggior parte in mano a politici o in aziende senza volontà imprenditoriale. Ti posso garantire che per avere i finanziamenti era velatamente chiesto di pagare, qualcuno ti suggeriva di comprare per esempio un computer ad un prezzo del 40-50 % più alto in modo che il gap era possibile ridistrubuirlo tra il rivenditore e qualche ingranaggio ...

Poi se apri un'azienda ti trovi gente che ti viene a vendere "assicurazioni" e "vigilanze" ovviamente inutili ... Vivi soffocato. In tutto questo marasma la maggior parte delle persone del Sud hanno cominciato ad aspirare al "posto pubblico" ... almeno lì non ti chiedono il pizzo ... tranne che per essere assunto ...

Detto ciò capisco che le imprese del Nord abbiano come minimo timore di investire al Sud ...

Il Sud ha inghiottito soldi distribuiti sia cercando di creare impresa, sia cercando di finanziare il poco preesistente ottenendo sempre lo stesso risultato ... SOLDI SPARITI ...

Quello che mi chiedo è come sia possibile che non sia mai stata intentata qualche seria immagine per capire questi miliardi di Lire ed Euro che sono stati ingoiati in gorgo ... Quale? Dove sono sti soldi? Chi li ha presi?

Alla luce del fatto che indagini se ne sono fatte troppo poche, mi è lecito pensare che sia qualcuno che ha un certo potere ad aver fatto sparire il tutto?

Ma come il federalismo può risolvere questo? Non posso dire cosa credo perchè sarebbe troppo forte ...
« Ultima modifica: 3 Novembre 2008, 11:26:45 am da Sir Jo »
Not heaven or hell, freedom!. --- (Autore Sir Jo Black)  - Le mie frasi - Le mie poesie  


Offline liber

  • Ciurma
  • Cuoco
  • ****
  • Post: 1361
Re: Federalismo in Italia?
« Risposta #21 il: 10 Gennaio 2009, 18:46:18 pm »
A proposito di politica, ci sarebbe qualcosa da mangiare?

Toto'
Namaste Mauna! M'inchino a te, o silenzio!

Offline poetica

  • Esploratore
  • *
  • Post: 10
Re: Federalismo in Italia?
« Risposta #22 il: 31 Marzo 2009, 12:03:04 pm »
personalmente sono favorevole ad una riforma federale se per federalismo si intende valorizzazione delle caratteristiche dei vari territori con l'esplicita' responsabilita' della classe politica piu' facilmente individuabile, ma cio' non vuol dire chiusura o intolleranza o egoismo.....razzismo insomma...

Offline brezza

  • Ciurma
  • Cuoco
  • ****
  • Post: 1922
Re: Federalismo in Italia?
« Risposta #23 il: 31 Marzo 2009, 12:51:12 pm »
Io penso che questo federalismo sia nato in contrapposizione all'inefficienza dello Stato e all'opportunismo di vaste aeree del centro e sud Italia.  Vi è da osservare che in queste regioni alligna un sistema malavitoso che tarpa quasi in modo assoluto tutte le iniziative che molte persone capaci e laboriose che in esse vivono vorrebbero porre in essere.   Vi è quindi una quasi totale mancanza dello "Stato" ancora più colpevole in quanto, ed è stato ampiamente dimostrato, si dimostra latitante per interessi di voto e ahinoi per predare "pro bono sua" ingenti quantità di denaro pubblico.   Ultimamente la nostra migliore parte giornalistica ha messo in luce un innumerevole numero di truffe, raggiri, malversazioni messi in atto dagli stessi componenti che costituiscono la classe dirigente dello Stato.   Altro fatto da non trascurare è la pesante penalizzazione del lavoro degli organi di polizia, che si vedono sovente defraudare il loro lavoro fatto di grandi sacrifici e non pochi rischi personali da una magistratura imbelle, interessata, e tragicamente onirica nel senso del "Diritto" e quindi slegato dalla realtà quotidiana.  Sono tutti questi i fatti che hanno portato alla nascita del federalismo e non ultimo largamente sfruttato il senso dell'assistenzialismo generico che purtroppo alligna grandemente in gran parte di quelle regioni. Nel mio piccolo sono stato presente a molti piccoli fatti di questi fenomeni e, se tutto è rapportabile su grande scala, i disastri conseguenti non possono che dare ragione alla nascita del "Federalismo" che di per se non avrebbe senso di esistere fra uomini di buona volontà.   

Offline Sir Jo

  • Collaboratori
  • Cannoniere
  • ******
  • Post: 9511
Re: Federalismo in Italia?
« Risposta #24 il: 1 Aprile 2009, 13:37:33 pm »
Nulla contro il federalismo in genere.

Il problema è che le idee che sono alla base del nostro federalismo sono molto provinciali e non tanto tese a risolvere i problemi di uno Stato (anche federale). L'unico motivo per cui si parla tanto di questo è proprio dovuto all' "egoismo" di cittadini di zone più ricche che chiedono di avere il loro benessere disinteressandosi di chi sta peggio.

Ecco perchè sono contrario al federalismo italiano. Per altro in uno Stato territorialmente piccolo come l'Italia non ha nemmeno troppo senso. Si potrebbe comunque considerare lo stato dal punto di vista del numero di cittadini ed allora forse il discorso sarebbe "accettabile".

Il problema resta quanto dicevo prima. Non accetterò mai di buon grado un federalismo economico. Una tale situazione potrebbe portare al degrado totale delle zone più disagiate il che porterebbe situazioni poco piacevoli.

Not heaven or hell, freedom!. --- (Autore Sir Jo Black)  - Le mie frasi - Le mie poesie  


Offline scha

  • Naufrago
  • Post: 6
Re: Federalismo in Italia?
« Risposta #25 il: 3 Aprile 2009, 22:36:40 pm »
ciao sir, leggo di politica molto volentieri e quindi ti dico la mia. riguardo alle differenze tra regioni ci abbiamo già sbattuto il naso,posseggo piu' di una motocicletta e quasi tutte d'epoca,poco tempo fà mi sono trovato a milano sotto il pirellone insieme a centinaia di motociclisti perchè la regione lombardia"e solo la lombardia" voleva vietare la circolazione dei motoveicoli 4 tempi euro 0,detto divieto pero' esentava la rete autostradale"!?!?!?!?!?!",và premesso che la regione aveva commissionato uno studio a una società privata per controllare il tipo di inquinqmento di detti veicoli:detto fatto la mia moto del 87 inquina come un turbodiesel euro 4 liberamente circolante,per non parlare del fatto che in tutto il resto d'italia avrei potuto circolare. COME CI ARRIVO IN EMILIA.....VOLANDO?????