BENVENUTI NEL FORUM!

Autore Topic: Racconti divertenti  (Letto 35066 volte)

Offline ciaccarella

  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4540
Racconti divertenti
« il: 16 Aprile 2011, 20:15:17 pm »
Un uomo e una donna si scontrano in un incidente automobilistico. Le due auto sono distrutte, anche se nessuno dei due è ferito. Riescono a strisciare fuori dalle macchine sfasciate e la donna dice all'uomo: - Non riesco a crederci: tu sei un uomo... io una donna. E ora guarda le nostre macchine: sono completamente distrutte eppure noi siamo illesi. Questo è un segno: il destino ha voluto che ci incontrassimo e che diventassimo amici e che vivessimo insieme in pace per il resto dei nostri giorni!
E lui: - Sono d'accordo: deve essere un segno del cielo! La donna prosegue: - E guarda quest'altro miracolo... la mia macchina è interamente distrutta, ma la bottiglia di champagne che avevo dentro non si è rotta. Di certo il destino voleva che noi brindassimo per celebrare il nostro fortunato incontro... La donna gli passa la bottiglia, lui la apre, se ne beve praticamente metà. Poi la passa a lei... ma la donna richiude la bottiglia senza berne neppure una goccia. L'uomo le chiede: - Tu non bevi??? E lei risponde: - No...tu credi pure alle fiabe... io aspetto che arrivi la polizia stradale...voglio vedere proprio cosa gli racconti con quell'alito che puzza terribilmente di alcol...
Non amare è un lungo morire.

Offline ciaccarella

  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4540
Re: Racconti divertenti
« Risposta #1 il: 16 Aprile 2011, 20:22:01 pm »
DALL'ALTRO MONDO... CON  AMORE

Una coppia decide di passare le ferie in  una spiaggia dei Caraibi, nello stesso hotel dove passarono la luna di miele 20 anni prima.

Però x problemi di lavoro, la moglie non può accompagnare subito il marito: l'avrebbe raggiunto alcuni giorni dopo.

Quando l'uomo arriva, entra nella camera dell'hotel e vede che c'è un computer con l'accesso ad internet.

Decide allora di inviare una e-mail a sua moglie, ma sbaglia una lettera dell'indirizzo e, sensa accorgersene, la manda ad un altro indirizzo.

La e-mail viene ricevuta da una vedova che stava rientrando dal funerale di suo marito e che decide di vedere i messaggi ricevuti.

Suo figlio, entrando in casa poco dopo, vede sua madre svenuta davanti al computer e sul video vede la e-mail che lei stava leggendo:

Cara sposa, sono arrivato.Tutto bene.Probabilmente ti sorprenderai di ricevere mie notizie per e-mail, ma adesso anche qui hanno il computer ed è possibile inviare messaggi alle persone care.Appena arrivato mi sono assicurato che fosse tutto a posto anche per te quando arriverai lunedì prossimo...°°°...
Ho molto desiderio di rivederti e spero che il tuo viaggio sia tranquillo, come lo è stato il mio.
N.B. Non portare molti vestiti, perchè quì fa un caldo infernale!!!
Non amare è un lungo morire.

Offline fiormat

  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4088
Re: Racconti divertenti
« Risposta #2 il: 16 Aprile 2011, 23:12:20 pm »
Simpaticissime Ciaccarella, sto ridendo da sola... in silenzio!!!  W00T!
Nulla è sacrificio e stanchezza quando l'entusiasmo dimora nel cuore.

Offline ciaccarella

  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4540
Re: Racconti divertenti
« Risposta #3 il: 17 Aprile 2011, 01:38:25 am »
ciao non piu  :-) anch'io sorrido sola


SACROSANTE VECCHIETTE....

 

Il parroco del paese decide di andare a far visita alla signora
Mariuccia, in occasione del suo ottantacinquesimo compleanno.
Mariuccia e' l'unica maestra in paese di organo e pianoforte. Tutti
i musicisti della zona sono stati praticamente forgiati da lei.
Quando il parroco entra, nota sopra l'organo un bicchiere con ...

un preservativo che fluttua nell'acqua. Il parroco non crede ai propri
occhi, tuttavia cerca di dissimulare la sorpresa per non mettere in
imbarazzo la vecchietta.
Mentre questa racconta tutto quello che ha fatto in 85 anni di
vita, il parroco non riesce a distogliere lo sguardo dal bicchiere col
preservativo che ballonzola nell'acqua. Ad un certo punto, non
potendo piu' trattenere la curiosita' e dopo aver preso coraggio con un
paio di bicchierini di vermouth, il parroco indicando il bicchiere chiede
:"Perdona, figliola, mi potresti spiegare cos'e' quello?
"Quello? Oh, ma e' meraviglioso! L'anno scorso stavo camminando per
la piazza del paese quando notai per terra una bustina che diceva, in
lettere molto piccole: collocare sull'organo, mantenere umido e
preverra' qualsiasi malattia e da allora, pensi, neanche un raffreddore!"

Non amare è un lungo morire.

Offline shark

  • Pirata Semplice
  • ***
  • Post: 600
    • tuningpassion
Re: Racconti divertenti
« Risposta #4 il: 17 Aprile 2011, 10:06:42 am »
davvero molto divertenti =) bello svegliarsi col sorriso
Almeno una volta nella vita ci si ritrova a dover scegliere tra due possibilità, tra due risposte.
Solitamente quella giusta è la terza...
ElliE


http://tuningpassion.altervista.org

Offline Juliet

  • Ciurma
  • Cannoniere
  • ******
  • Post: 7591
    • Poussiere de Vie
Re: Racconti divertenti
« Risposta #5 il: 17 Aprile 2011, 14:40:25 pm »
ahahah! una più bella dell'altra!!!!  :-d :-d
"L'effetto trigger" esiste,ma nessuno può dimostrarlo.Perchè nessuno è immune da esso.Tutti abbiamo rimosso dalla nostra mente una brutta esperienza.E allora come sappiamo che esiste davvero?Provate a chiedere alla vittima di una guerra,di un abuso,di una violenza e scoprirete che non sto mentendo.Perchè un viaggio nella mente umana è come un viaggio all'inferno,nel più profondo degli incubi..Anzi, peggio!

Offline ciaccarella

  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4540
Re: Racconti divertenti
« Risposta #6 il: 17 Aprile 2011, 18:54:05 pm »
IL GENIO DELLA LAMPADA

 

Due giovani sposi stanno giocando a golf... quando durante un tiro di avvicinamento ad una buca la moglie sbaglia completamente il colpo e manda la palla a rompere il vetro di una villa lì vicino.
Preoccupati i due si avvicinano con cautela alla casa e rimangono stupiti di quanto sia bella. Intimoriti per il danno che la palla potrebbe avere provocato e preoccupati per un eventuale risarcimento, decidono comunque di suonare alla porta. Non avendo risposta e notato che l'uscio è aperto, lo varcano piano piano. Entrati nello splendido salone notano una antica bottiglia rotta vicino alla finestra. All'improvviso un distinto signore di mezza età, vestito in modo molto arabeggiante, si presenta loro dicendo:
- Grazie per avermi liberato. Erano 5000 anni che vivevo rinchiuso in quella bottiglia. Ora posso esaudire tre desideri: due li lascio a voi, uno a testa, ma il terzo spetta a me!
Il marito senza neanche pensarci dice:
- Voglio uno stipendio da 100.000 euro al mese per il resto della vita!
La moglie lo segue:
- Voglio una casa di mia proprietà in ogni stato del mondo!
Ed il genio:
- E sia! Il mio desiderio invece è quello di fare sesso con la signora... sapete com'è... dopo 5000 anni di astinenza...
Marito e moglie convengono che con tutto quello che ci guadagnano, vale la pena di sacrificarsi un po', così lei si apparta con il genio... Due ore dopo, finito il tutto, il genio, accesa la sigaretta comodamente adagiato tra le lenzuola, si rivolge alla donna:
- Quanti anni ha tuo marito?
- 35... perché?
- E tu?
- 33, ma perché?
- Non vi sembra che alla vostra età sia il caso di smettere di credere ai geni delle bottiglie?
Non amare è un lungo morire.

Offline shark

  • Pirata Semplice
  • ***
  • Post: 600
    • tuningpassion
Re: Racconti divertenti
« Risposta #7 il: 17 Aprile 2011, 22:04:09 pm »
Ma è bellissima  :-d ciaccarella sei... GENIALE!!!!!!!!!!!!! (LOL)
Almeno una volta nella vita ci si ritrova a dover scegliere tra due possibilità, tra due risposte.
Solitamente quella giusta è la terza...
ElliE


http://tuningpassion.altervista.org

Offline ciaccarella

  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4540
Re: Racconti divertenti
« Risposta #8 il: 17 Aprile 2011, 23:36:21 pm »
grazie Shark  :-) mi piace sorridere spesso


L'ISOLA DESERTA...

 

Tipico quarantenne, dopo un periodaccio al lavoro, decide di andarsi a fare una vacanza da solo. prenota una crociera e procede a divertirsi fino a che a un certo punto la nave affonda. Si ritrova su un isola deserta, senza viveri, senza niente solo con banane e noci di cocco. Dopo circa 5 mesi, mentre stava sdraiato in spiaggia vede una donna bellissima arrivare in una barca a remi. Incredulo gli va incontro e chiede "da dove vieni? come sei arrivata qui?" Lei risponde "ho remato dall' altra parte dell'isola, dove sono naufragata quando la mia nave e' affondata"."Incredibile" dice il tipo "Sei stata fortunata che una barca sia stata trascinata a riva insieme a te" "Cosa, questa?" spiega la donna "No, l' ho fatta io con materiale grezzo che ho trovato sull'isola. I remi li ho ricavati da una pianta di caucciu', il fondo l' ho fatto con rami di palme e i lati con l' albero di eucalipto. "Ma gli arnesi dove li hai presi?" Chiede lui. "Oh quello non e' stato un problema" risponde la donna "A sud dell' isola c'e' uno strato di roccia insolito e ho scoperto che se lo sottoponevo a una certa temperatura nella mia fornace si scioglieva in un metallo duttile e ho usato quello per fare gli arnesi".
Il tipo rimane sbalordito.
"Dai andiamo nel posto dove sto io" Gli dice lei.
Dopo una bella remata arrivano in una piccola baia. Il tipo quasi cade dalla barca quando vede davanti a se un sentiero di pietra che conduce ad una abitazione di colore bianco e azzurro. Mentre la donna lega la barca con delle funi fatte di fibre vegetali il tipo non può fare altro che ammirare tutto a bocca aperta. Entrando in casa la donna dice casualmente "non e' un gran che ma io la chiamo casa mia, accomodati, vuoi bere qualcosa?" "No grazie" risponde lui ancora confuso "non ce la faccio proprio a bere un altro succo di cocco" "non e' succo di cocco" Gli dice lei facendo l' occhiolino "Ho messo su una piccola distilleria. La vuoi una Pina Colada?" Il tipo cercando di celare il suo continuo sbalordimento, accetta. Si siedono sul divano e incominciano a chiacchierare, si scambiano le rispettive storie e ad un certo punto la donna dice "Mi vado a mettere qualcosa di più comodo. Tu vuoi fare la doccia e la barba? Sopra nell'armadietto del bagno c'e un rasoio". Ormai non chiedendo più spiegazioni per tutte queste cose, va nel bagno dove trova un rasoio fatto col guscio di tartaruga. Mentre si fa la barba pensa "Questa donna e' proprio incredibile e' fenomenale, chissà che altre sorprese mi aspettano?" Quando torna dal bagno lei lo accoglie nuda con solo delle foglie strategicamente posizionate e lo invita a sedersi sul divano accanto a lei. "Dimmi" dice lei in modo sensuale e avvicinandosi "Stiamo qui da molto tempo, tu sei stato solo per molti mesi, sono sicura che c'e qualcosa che veramente vorresti fare in questo momento, qualcosa che hai desiderato per tanto tempo." E continua a fissarlo negli occhi.
Lui non riesce a credere a quel che sente "No..." - ingoia tutto eccitato, mentre gli occhi incominciano a riempirsi di lacrime - "No... non mi dire che c'hai pure Sky Sport ? ! ?"
Non amare è un lungo morire.

Offline fiormat

  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4088
Re: Racconti divertenti
« Risposta #9 il: 18 Aprile 2011, 09:45:08 am »
Sono rimasta di stucco!!!!  W00T!
Nulla è sacrificio e stanchezza quando l'entusiasmo dimora nel cuore.

Offline Alamuna

  • Ciurma
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 6701
Re: Racconti divertenti
« Risposta #10 il: 18 Aprile 2011, 10:52:12 am »
 W00T! divertentissima!!!
Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further. (T. Carlyle)

Offline Juliet

  • Ciurma
  • Cannoniere
  • ******
  • Post: 7591
    • Poussiere de Vie
Re: Racconti divertenti
« Risposta #11 il: 18 Aprile 2011, 17:47:36 pm »
 :-d :-d :-d Sono bellissimeeeeee!
"L'effetto trigger" esiste,ma nessuno può dimostrarlo.Perchè nessuno è immune da esso.Tutti abbiamo rimosso dalla nostra mente una brutta esperienza.E allora come sappiamo che esiste davvero?Provate a chiedere alla vittima di una guerra,di un abuso,di una violenza e scoprirete che non sto mentendo.Perchè un viaggio nella mente umana è come un viaggio all'inferno,nel più profondo degli incubi..Anzi, peggio!

Offline ciaccarella

  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4540
Re: Racconti divertenti
« Risposta #12 il: 18 Aprile 2011, 21:09:04 pm »
Storiella inglese

 

Una famiglia inglese, in gita di piacere, visita una graziosa casetta di proprietá di un pastore protestante, che sembra particolarmente indicata per le prossime vacanze estive. Ritornati a casa ricordano però di non aver visto i servizi, e indirizzano al pastore la seguente lettera: "Egregio Sig. Pastore, siamo la famiglia che alcuni giorni addietro ha contrattato l'affitto della casetta in campagna, ma non avendo visto il W.C. voglia cortesemente illuminarci in proposito. Grazie e distinti saluti." Ricevuta la lettera, il pastore equivocó sull'abbreviazione W.C. e credendo che lo stagionale inquilino si riferisse alla Cappella Anglicana chiamata Welles Chapel, pervaso da fervore religioso, cosí rispose: "Gentile Signore, ho molto apprezzato la sua richiesta, ed ho il piacere d'informarla che il luogo che le interessa si trova a circa 12 km dalla casa, il che é molto scomodo soprattutto per chi é abituato ad andarci con frequenza. Chi ha l'abitudine di trattenersi molto per la funzione, é bene che si porti da mangiare, cosí potrá restare sul luogo tutto il giorno. Il posto si puó raggiungere a piedi, in bicicletta e in macchina; é preferibile andarci per tempo per non rimanere fuori e disturbare gli altri. Nel locale c'é posto per 30 persone a sedere e 100 in piedi. I bambini siedono accanto agli adulti,e tutti cantano in coro. All'entrata a ognuno viene consegnato un foglio, e chi arriva in ritardo puó servirsi del foglio del vicino. I fogli devono essere utilizzati anche le volte successive per almeno un mese. Vi sono amplificatori per i suoni affinché si possano udire anche dall'esterno. Vi sono inoltre fotografi specializzati che scattano fotografie nelle pose piú disparate in modo che tutti possano vedere queste persone in atto tanto umano. Tutto quanto si raccoglie viene poi dato ai poveri. Distinti saluti, il vostro amico Pastore."
Non amare è un lungo morire.

Offline Juliet

  • Ciurma
  • Cannoniere
  • ******
  • Post: 7591
    • Poussiere de Vie
Re: Racconti divertenti
« Risposta #13 il: 18 Aprile 2011, 21:42:34 pm »
Questa è una storia vera che ancora si racconta tra i vicoli storici di alcune città del sud Italia, seminando angoscia e terrore.
Pare che qualche anno fa, in una oscura e tenebrosa notte autunnale, un tale era fermo sul bordo della strada facendo l'autostop. Era il due novembre e si stava scatenando una terribile tormenta. Dopo molto tempo, ancora non si era fermato nessuno ed il tale si venne così a trovare in mezzo alla tormenta, talmente forte che non riusciva a vedere oltre i tre metri di distanza. Improvvisamente, vide avvicinarsi una sagoma, che alla fine realizzò essere quella di un'auto nera delle pompe funebri: si avvicinava lentamente e si fermò proprio di fronte.
Il tale non si fece pregare: salì nell'auto e chiuse la portiera. Dopo essersi accomodato sul sedile anteriore, si girò e notò con terrore che non c'era nessuno al posto di guida. L'auto ripartì lentamente. Il tale era sopraffatto dal terrore, che aumentò a dismisura quando notò che l'auto si stava inesorabilmente dirigendo verso una curva a gomito. Allora iniziò a pregare chiedendo perdono dei peccati e implorando la salvezza della sua anima, in vista del tragico destino.
Improvvisamente, poco prima dell'approssimarsi alla curva, una mano tenebrosa entrò dal finestrino del posto di guida, afferrò saldamente il volante e sterzò, poi scomparve. Paralizzato dal terrore, il tale si aggrappò con tutte le sue forze al suo sedile, rimanendo immobile e impotente.
Tale macabro evento si verificò ad ogni curva, mentre la tormenta andava aumentando di intensità. Il terrore divenne panico quando cominciò a udire distintamente dei sospiri ovattati che provenivano da dietro, si voltò ma vide solamente una bara. Allora, sopraffatto dalla paura, con le ultime forze rimastegli aprì di scatto la portiera e si gettò fuori, iniziando a correre a più non posso verso il paesino più vicino che distava non più di un paio di chilometri.
Ivi giunto, si diresse al più vicino bar, entrò e ancora affannato e tremante chiese un cognac. Visto il suo stato, alcuni dei presenti si incuriosirono e gli chiesero cosa fosse successo, e lui raccontò la orribile esperienza che aveva vissuto. Un silenzio di tomba scese nel locale, il terrore si impossessò dei pochi presenti. Dopo circa mezz'ora si presentarono nel locale due tizi bagnati fradici, e appena varcato l'uscio notarono il tale in piedi al centro del bancone.
Avvicinandosi, uno dei due si rivolse all'altro dicendo:
"Guarda, Giovà, guarda dove sta quello str**o che è salito sull'auto mentre la stavamo spingendo!!!"
"L'effetto trigger" esiste,ma nessuno può dimostrarlo.Perchè nessuno è immune da esso.Tutti abbiamo rimosso dalla nostra mente una brutta esperienza.E allora come sappiamo che esiste davvero?Provate a chiedere alla vittima di una guerra,di un abuso,di una violenza e scoprirete che non sto mentendo.Perchè un viaggio nella mente umana è come un viaggio all'inferno,nel più profondo degli incubi..Anzi, peggio!

Offline shark

  • Pirata Semplice
  • ***
  • Post: 600
    • tuningpassion
Re: Racconti divertenti
« Risposta #14 il: 18 Aprile 2011, 22:16:24 pm »
:-d che forza le vostre storielle, grazie per i sorrisi che mi strappate ogni volta ;)
Almeno una volta nella vita ci si ritrova a dover scegliere tra due possibilità, tra due risposte.
Solitamente quella giusta è la terza...
ElliE


http://tuningpassion.altervista.org