BENVENUTI NEL FORUM!

Post recenti

Pagine: [1] 2 3 ... 10
1
... scrivono poesie... / Me ne voglio i'
« Ultimo post da amcozza il 6 Luglio 2019, 18:45:20 pm »
'A vita s'è tutta scarrupàta
a cchiù nun dico
saglie e cresce a mala salute
spànteco e dulore
s'appresentano a tutte ll'ore.

'O tiempo cchiù me ncurva
spalle vraccio e  cosce
meneno strille 'e pazzo,
pe' stanchezza ll'uocchie
stanno tra veglia e suonno;
dormo a surzo o quase maje
sulo ombre e male penziere
me fanno cumpagnia
quanno ricorde  'e ati tiempe
e  lacreme s'arreposano;
'o core viecchio
malato e appucundruto
a parlà nun ce 'a fa cchiù.

Stu martirio a chi
e a che serve cchiù!
Morte pecché ancora
te vuò ‘ntallià cu me!?
L'ùrdema sigaretta
me l'aggio fumata,
viene nun aspettà
ca sponta juorno!
Viene sùbbeto
jammo, fa ampressa:
Morte pe' sempe
famme addurmì.

E vuje sentite buono:
'e cose stanno accussì!
Sta tutto scritto
sta tutto signato
e ce sta nu sulo finale.
Mo che chiàgnite a ffà
o facite 'a  faccia appesa!
C' 'o  campà  e cu munno
chiurimmo tutt'e cunte
e nun ne parlammo cchiù.


2
... scrivono poesie... / POVERI VECCHI
« Ultimo post da michael santhers il 21 Giugno 2019, 17:34:02 pm »
Poveri vecchi
schiena di specchi
vetrina di saldi disertati
in fila obbligatoria
sperano in un sorteggio
per non essere sorteggiati
con un numero in più degli anni
e che il silenzio conti
per il tempo che non sa contare
ma li somma a rughe nel suo bottino

Il cielo,un soffitto grigio
trappola d'occhi vuoti
che non vogliono incollarsi
e roteanti cercano un alba
che sempre li coglie di spalle
con una flebo,il loro sole
che non riscalda e si consuma
tra bolle d'aria

Nell'attesa giocano una partita
tra silenzio e pazienza
che non sia l'ultima
arbitrata da biascichi ruminati
tra urla di mimiche espulse

Poi raccontano nebulose avventure
rifiutate dai libri
ascoltate a cottimo dalle orecchie
e credute a deliri da infermieri
con assensi mal pagati

La speranza un oggetto donato
 caduto e poi raccolto
e un frammento a pietà
della mancanza a ricordarli
--------------------------------------
Da: Sorrisi Pignorati
3
...una poesia / Rosicchi mi sevizi e non mi uccidi!
« Ultimo post da amcozza il 20 Giugno 2019, 21:22:57 pm »
Affranto infelice e stanco
annegar vorrei nel Nulla
or che esausto di battere è il cuore
e proibito mi è porre fine alla vita.
Oblio pietoso perché diserti e ozi
oh ulcere crudeli, crampi di morte!
Luce mai sconfiggi il buio
tutto si scompone e svanisce
e converge in un puro zero
che non si dispiega in nessun luogo.
Mi son giocato tutto e ho perso
e nelle tasche non ho più un soldo.

Assonnati dolore che vivo
e tu Moira perché ritardi
e disconosci il mio diritto
a non soffrire e più atroce
fomenti la mia demenza
se sono destinato a morire?
Rosicchi mi sevizi e non mi uccidi!

Non ostacolare il desiderio
di farmi polvere, silenziami
fammi tranquillo e sereno
fammi sordo a rintocchi di campane a lutto
salpi e ai miei morti mi ricongiunga
nel caos e nella eterna notte io ritorni!

Ha ogni giorno i suoi getti
di orticarie e di spine
un’implacabile logorio avanza
pasce la mente acute pene
asciugo lacrime di esser nato
sconto il castigo di esser schiavo
di un borioso corpo che ostinato
il vizio di essere non abiura.

Subita è la vita non chiesta
e niente siamo io e te o morte!
Amare, bere, andare al bagno
illusioni, inganni addii e poi? Più nulla!
O folli acquiescenti ciechi e illusi
che accettate il calvario e la croce!

A mani giunte e supino io sorrida
prima di scompormi in atomi
decreti il tempo che nel mondo
tra miliardi di viventi a caso fui
e che tanto per fato amai e piansi.
4
...una poesia / E ora che più non ci sei
« Ultimo post da amcozza il 11 Giugno 2019, 21:46:25 pm »
E ora che più non ci sei

che ieri sei andata via senza un bacio

dimmi che devo farne della mia vita?

Se avrò forza verrò a deporre

un fiore sulla tua tomba

piangendo ti parlerò ancora

mi dirai senza voce e poi?

Seguirti e unirmi a te quanto prima

è il solo fine che ora mi resta

ma come e dove ritrovarti

se nell’aldilà non ho mai creduto

e non ho neanche il diritto di morire

per abbreviare l’attesa di raggiungerti?

Nel nulla e nel vuoto imperanti

come dove e quando ritrovarti!

Se da qualche parte tu dimorassi

mi basterebbe pur un vago indizio:

un fischio, un riverbero nel buio assoluto

l’eco del fruscio della tua anima

che solinga vaga nel camposanto

tra croci o fuochi fatui

sarebbe sufficiente per rinvenirti!

Come vorrei crederci estinta amata

come vorrei che tanto si avverasse:

starebbe in piedi l’estrema speranza

abbandonerei la certezza crudele

da tanto in me insinuatasi e cresciuta

che si nasce per morire e poi svanire.

Ah venisse un giorno prossimo un vento

generoso a portare la mia polvere

li dove oggi già la tua l’ha preceduta.
5
... scrivono poesie... / IN QUESTO MAGGIO
« Ultimo post da michael santhers il 6 Giugno 2019, 19:52:32 pm »
In questo maggio
la tortora canta
ma non incanta
nessuno
chi ha troppo da fare
inseguito dal tempo
chi nell'ozio
mette barriere
ai pensieri
chi ha perso un amore
mai trovato
con la scusa
di non averlo cercato
chi coglie una rosa
e qualcuno si sposa
con la persona sbagliata
-Maggio
ha rubato il copione di marzo
e la grandine pepite al sole
e chi le squaglia
per un anello a rinsaldare
un legame che sia sciolto
dagli sbagli di sempre
e dal futuro che imita un granchio
-I profumi stordimenti e delizie
o una lenza sfuggita di mano
mentre il cuore vanta
l'amo a cimelio
------------------------------
Da:Fischi Per Fiaschi
6
... scrivono poesie... / JOHN CECCELE -IL PILOTA
« Ultimo post da michael santhers il 7 Aprile 2019, 12:54:57 pm »
Piccolo e smunto
occhi frecce al destino
coi paesaggi alle spalle
e quelli inseguiti
giocati a respiri,
appare e scompare
come scintille
e ogni curva un diniego
e un'assenso agli spalti

Al volante del mondo
cavalli spronati
da fulmini e tuoni
e la pioggia non fa in tempo a cadere
e se cade l'asfalto
la rimanda al mittente

L'intento
moltiplicare il traguardo
e il tempo non fa in fretta
a contarsi confuso agli applausi

A ogni giro
ha davanti se stesso e alle spalle,
aureole di sogni
e gli anni lo ricorrono alati
poi confondono il podio
con arrivo e partenza

John Ceccele
finalmente trova se stesso
sorride e con la mano a ventaglio
disegna in aria l'arco al trionfo
e il pubblico in flato
commensale alla gloria
--------------------------------
Da:Normalità Incondivisibili Tra Maschere Clonate
7
... scrivono poesie... / MARZO PAZZO
« Ultimo post da michael santhers il 20 Marzo 2019, 13:31:21 pm »
Nel cielo
di cemento e confetti
uno scorpione di nuvole nere
coglie di sorpresa la luna e la divora

Il Sole, di spalle
da uno specchio vede la scena
e la copre
col suo fumo di pipa
poi sputa a terra qua e là
si fa un selfie
e lo spedisce a chi ha sete
o a chi nuota  disperato nel fiume

Gli alberi allertano fruste
alla fiera dei loro diamanti
atterriti da questo mese pazzo
con mille farse agli imbrogli

Sulle spalle dei vecchi
una bilancia a propendere
tra pietre e fiori gelati
e un taccuino
inutile a segnare la pesa
--------------------------------------
Da:Soste Precarie
8
... scrivono poesie... / INCERTEZZE
« Ultimo post da michael santhers il 4 Febbraio 2019, 21:21:09 pm »
La gente si droga
e per smettere beve alcol
poi nel cielo vede gli ufo e lo racconta
e chi non ci crede è pazzo

La vita è noiosa
ha bisogno di mistero,
la realtà una matematica perfetta
e c' è chi somma gioia e dolore
dandogli solo un nome
quello che conviene

Il tempo non passa mai per chi spera
e veloce come fulmine
per chi deve lasciare il podio

La natura indica il percorso
e tutti dispettosi a deragliare,
gli alberi si prestano a simulare
morte e rinascita
sacrificando le foglie
-I fiori a insegnare 
quanto sia breve la vanità
-La pioggia a cancellare tracce
ma poi lascia nuove pagine da scrivere
spesso da nuovi autori
o dagli stessi con diverse penne
-Il mare a dire che ogni suo quadro
come pure della terra
è il cielo lunatico a pitturarlo
---------------------------------------------
Da:Pensieri Alternativi
9
... scrivono poesie... / IL COLLEZIONISTA
« Ultimo post da michael santhers il 25 Gennaio 2019, 20:31:06 pm »
In quel vecchio garage isolato
con lamiere orecchie al silenzio
e legno ossa del tarlo
in una campagna ove alberi
croci del tempo in inverno
e velluto da festa in estate
tanti oggetti di tante storie all'oblio
strappati improvviso all'incuria
e vegliati accuditi animati
da redenzioni di infiniti ricordi
di tante vite promiscue legate
alcune come fiori stecchiti
al gelo inaspettato di maggio
e altre migliori,ma sempre con un rammarico
per qualcosa incompiuta
e la fantasia a riportare il mancante
-Un orologio da taschino
ritrova un vecchio cuore tifoso
ormai zoppo, lo incita a correre ma non troppo
fino a traguardo di un appuntamento
che le lancette litigiose mancarono
-Una vecchia auto Francese
preferì fango e polvere all'asfalto
poi la noia la condannò al letargo
ora sveglia con carezze e sussurri
si riprende la strada
-Una macchina da cucire
cucì trame di un sogno
per un amore già volato alle spalle
ora col filo di seta riporta con illusioni
la sua storia al contrario
-----------------------------------------------
Da:Sorrisi Pignorati
10
... scrivono poesie... / UNA GIORNATA DI GENNAIO
« Ultimo post da michael santhers il 20 Gennaio 2019, 20:03:08 pm »
Surplus di pace indotta
tra le mura stanche
di raccontare col silenzio
mentre fuori l'aria addormentata
lontana dall'alitare del vento
e dai rumori taciti spugnosi
sotto una cupola cinerina
intento ad abbassarsi a riposare
a ermetico coperchio di pensieri

In standby gli animali
col canto in cassaforte
e il cibo in dispense da trovare

Funghi di fumi sui camini
ingrassano per dissolversi
e gli odori allerta vana del tempo
che non guarda mai all'indietro

Inquieta una falce di  luna
per i suoi intermittenti furtivi affacci
censurati subito da un velo
di nuvole sogghignanti al veto

Qua e là dalle finestre
lampi di luce dai televisori
ormai specchi alla noia
e col dorso a ragnatele alle voci
agonizzanti tra bocche
a tagliole arrugginite
dure all'innesco e al disinnesco
di parole senza senso
--------------------------------------------
Da:Fischi Per fiaschi
Pagine: [1] 2 3 ... 10