BENVENUTI NEL FORUM!

Autore Topic: breve storia metropolitana  (Letto 3286 volte)

Anonimo

  • Visitatore
breve storia metropolitana
« il: 6 Giugno 2007, 22:08:51 pm »
 passeggio per strada, i movimenti sono lenti, incontro un amico, mi offre un caffè, il solito
 caffè carbonizzato, mi parla del tempo,... non ha tempo, ... figurati io! la sua ragazza lo ha
 mollato, non aveva  tempo per lui!... troppo lavoro, impegni importanti,  la palestra, gli amici
 lo shopping compulsivo, la dieta, ... un altro! Lo mollo anchi'o,.. devo comprare i lacci per le
 scarpe, ... la mia sicurezza motoria è più importante! Fatto in tempo!.. vado alla fermata, il
 bus 4597 ancora non è passato! Vedo una decina di persone prostrate dall'attesa, ... c'è
 tempo! ... chiedo una sigaretta, ... nessuno dei presenti ha la mia marca preferita, ... niente
 fumo , ricordo che nuoce alla salute,... respiro  lo smog delle auto quello fà meno male!...
 arriva l'autobus, leggermente strapieno, ...,uno signore rimane attaccato alla bussola,
 dall'interno lo tiro nel tentativo di salvarlo,... non sò che fine abbia fatto l'ho perso di vista!
 La fortuna è dalla mia parte, ... ho poche  fermate, ...esco dal finestrino con fatica, ...
 mi ritrovo sopra un contenitore della spazzatura, ...almeno  per questa sera sono integro!
« Ultima modifica: 31 Gennaio 2008, 12:28:12 pm da Manfry »

Offline kant.51

  • Collaboratori
  • Capitano della Nave
  • *********
  • Post: 31604
Re: breve storia metropolitana
« Risposta #1 il: 6 Giugno 2007, 22:16:36 pm »
 Policeman (policeman) più che altro una avventura-disavventura metropolitana...lo stile è frizzante, si beve tutta d'un fiato...
cKappa ^*°^*°^*°^*°^*°^*°^*°^*° Sì che ti voglio bene, bene davvero...

Offline Nocera87

  • Ciurma
  • Cuoco
  • ****
  • Post: 1182
    • http://settore51.spaces.msn.com/
Re: breve storia metropolitana
« Risposta #2 il: 6 Giugno 2007, 23:05:45 pm »
mi ricorda: nn m'annoio di jovanotti =] =] =]
La mia anima vaga col mare, la Casa delle balene,
vagando verso i più ampi angoli della Terra,
tornando più affamata di desiderio, volando solitario,
urlando, eccitandomi all'Oceano aperto,
rompendo giuramenti sulla cresta di un'onda.