BENVENUTI NEL FORUM!

Autore Topic: Diario... di viaggio  (Letto 70454 volte)

Offline Dolly Scar

  • Filibustiere in erba
  • ***
  • Post: 465
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #180 il: 12 Gennaio 2011, 20:23:36 pm »
Sono una Donna c...........o, una Donna che non vuole un figlio, una Donna che non ha paura, una Donna che cambierà il mondo. Sono una Donna che va contro natura; così sono stata definita, una Donna che di una Donna ha solo la fisionomia. Non sono una Donna come tutte le altre, io sono un essere che non ha un ruolo in questa società. La Donna per loro è madre e moglie...... e il lavoro???? necessità. Figli marito???? Soddisfazione, realizzazione il vero lavoro di una Donna; e se questo lavoro io non volessi farlo???? e se questo lavoro a me non piacesse???? Questo mi rende meno Donna??????
la mia ragione il mio perchè non avrei mai pensato di doverla ringraziare. di dover ringraziare la mia cicatrice impressa sul mio petto. quanto l'ho odiata da bambina perchè mi faceva sentire diversa e invece adesso la amo proprio per lo stesso motivo.

Offline fiormat

  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4088
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #181 il: 17 Gennaio 2011, 19:00:27 pm »
Lei, che di anni ne ha tanti... immobile a letto ti guarda implorante, il suo sguardo impaurito ti supplica,  si aggrappa alla tua mano affinché possa percepire rassicurazione, teme un abbandono, teme l'isolamento, i suoi occhi parlano di gratitudine...
Lei che di anni ne ha tanti... ritorna in un discreto stato di salute fisica, non si aggrappa più alla tua mano, ora è quasi sicura nei movimenti, si alza, si muove, agisce, lo sguardo non è più impaurito, non teme più l'abbandono anzi ha la capacità di farti sentire d'impiccio e la solitudine le sarebbe gradita amica, i suoi occhi esprimono... indifferenza.
Nulla è sacrificio e stanchezza quando l'entusiasmo dimora nel cuore.

Offline Alamuna

  • Ciurma
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 6701
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #182 il: 26 Gennaio 2011, 21:09:11 pm »
I giorni passano. Ne mancano solo circa cinque, e poi vado via da qui. Lascio questa casa, e questa stanza, in cui ho vissuto gli ultimi 11 mesi della mia vita.
Ho cambiato tre case negli utlimi due anni! Ma la verità è che è la prima vera volta che sono contenta di lasciare una casa. Sarà che la mia destinazione, stavolta, è davvero speciale.  :-X <3
Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further. (T. Carlyle)

Offline Young dreamer

  • Collaboratori
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 6941
    • Sogna, ragazzo, sogna
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #183 il: 30 Gennaio 2011, 21:46:45 pm »
Quando le paure, i dubbi e i timori iniziano a soffocarti,a renderti piccola,la testa sovraffollata di pensieri e domande e sensazioni indistinte,è allora che devi farlo.Spegnere l'interruttore.Basta. Spegnere il cervello e aprire gli occhi.Guardare fuori e ricordarsi,ridendo di sè, che la Vita   è   B E L L A. Perchè la vita è bella sul serio.
E dopotutto ci sono tante consolazioni! C’è l’alto cielo azzurro, limpido e sereno, in cui fluttuano sempre nuvole imperfette. E la brezza lieve […]
E, alla fine, arrivano sempre i ricordi, con le loro nostalgie e la loro speranza, e un sorriso di magia alla finestra del mondo, quello che vorremmo, bussando alla porta di quello che siamo.
(Fernando Pessoa)       Blog: http://sogna-ragazzo-sogna.blogspot.com/

Offline Alamuna

  • Ciurma
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 6701
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #184 il: 11 Febbraio 2011, 22:54:03 pm »
Due belle giornate passate interamente con due amici.
Oggi abbiamo pranzato a base di pesce in un ristorante, in una stupenda località marina salentina (Porto Cesareo).
Il sole magnifico, caldo, carezzevole. Sembrava primavera.
Ho scattato un sacco di foto.
Ho mangiato un sacco di dolci.
Ma da marzo ricomincio con la palestra, quindi dovrò seriamente rinunciare a tutte le schifezze che sono capace di mangiarmi.


Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further. (T. Carlyle)

Offline fiormat

  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4088
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #185 il: 12 Febbraio 2011, 00:08:58 am »
Sembrava ormai una situazione di stallo, promettente al meglio, e seppur con qualche difficoltà, si intravedeva un rientro graduale alla normalità. Oggi invece, dopo qualche giorno di malcelato disturbo nella deambulazione, mi sono ritrovata ad accompagnarla in ospedale per una necessaria quanto indispensabile radiografia, il cui referto mi ha dato proprio una bella scossa: frattura del bacino.  W00T! E così ci ritroviamo punto a capo. Lei... che di anni ne ha tanti, ha strafatto nei movimenti e negli sforzi da evitare, e anche se una qualche forma di ammirazione le si può concedere per questa sua forza di volontà, è altresì deprecabile perché le conseguenze che si supponevano, ora, sono sotto gli occhi di tutti, e ricominciare diventa sempre più faticoso.  :s
Nulla è sacrificio e stanchezza quando l'entusiasmo dimora nel cuore.

Offline Alamuna

  • Ciurma
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 6701
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #186 il: 20 Febbraio 2011, 22:38:58 pm »
Ci sono un pò di cose che dovrò fare non appena sarà passato il giorno dell'esame.
- Uscire, finalmente, per un pò di shopping con le amiche.
- Iniziare la palestra, subitissimo dopo l'esame.
- Preparare un tiramisu con non troppo caffè  :-" .
- Impegnarmi di più nella ricerca di una migliore occupazione lavorativa.
- Dedicarmi pienamente alla manutenzione della casa.
- Fingermi interessata a legare amicizia con la mia vicina di casa.
- Vivere.

Praticamente, negli utlimi giorni prima degli esami mi annullo completamente.
Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further. (T. Carlyle)

Offline angela300

  • Naufrago
  • Post: 2
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #187 il: 14 Marzo 2011, 20:12:07 pm »
Oggi non ho proprio voglia di fare niente , ogni volta che accendo  la tv sento solo notizie tragiche , mi sento triste perchè mentre io sono serena  qualcuno  piange, la vita è così ingiusta talvolta...... :(

Offline Alamuna

  • Ciurma
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 6701
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #188 il: 2 Aprile 2011, 00:01:41 am »
La mia vita mi pare in continua evoluzione.
Anche l'amore lo è di continuo, sebbene sembri la cosa più stabile. Invece, nella sua stabilità, è la cosa che cambia più delle altre: diventa ogni giorno più forte, più intenso, più... naturale. Stare insieme è la cosa più naturale del mondo, essere uno dell'altra, condividere LA VITA in tutto e per tutto, è la cosa più spontanea. Non esiste alcun istante della vita che sia solo mio o solo suo. Ogni istante della nostra vita è di entrambi. Io non esisto senza la sua vita, e lui non esiste senza la mia. Siamo un vero tutt'uno. Chissà, chissà dov'è che si corre insieme...  ^_^ :-X
Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further. (T. Carlyle)

Offline Alamuna

  • Ciurma
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 6701
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #189 il: 25 Agosto 2011, 01:55:58 am »
Non si può. Non si può lasciar franare il terreno sotto ai propri piedi. Ci dev'essere, ci dev'essere qualcosa da fare.
Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further. (T. Carlyle)

Offline fiormat

  • Carpentiere
  • *****
  • Post: 4088
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #190 il: 10 Settembre 2011, 20:18:03 pm »
Il mio umore va spesso in altalena, oggi sale e domani scende, un po' su e un po' giù,  così l'entusiasmo della giornata spesso cozza con un ostacolo sempre pronto sul mio cammino.
Per qualcuno quell'ostruzione è evanescente mentre io la sento e la vedo pronta ad investirmi e schiacciarmi, fino a che un'altra giornata di luce prenderà il sopravvento.
E io fiduciosa... attendo e la vivo!
Nulla è sacrificio e stanchezza quando l'entusiasmo dimora nel cuore.

Offline Young dreamer

  • Collaboratori
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 6941
    • Sogna, ragazzo, sogna
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #191 il: 25 Ottobre 2011, 00:20:53 am »
Momenti stupidi,momenti pieni,gioie di sempre.
Le dita sporche d'inchiostro.
Il peso di un'agenda rossa in grembo mentre cambio canzone al pc.
Foglietti che scivolano via dalle pagine nascondendosi sotto le gambe,cadendo sul pavimento,infilandosi fra le pieghe delle lenzuola.
Raccogliere un fazzolettino di carta caduto,distenderlo con le dita e trovarci scarabocchiato un sogno.
Uno zaino grigio e arancione che ormai sta invecchiando,buttato per terra accanto al letto,accanto a te.
Frugare nelle tasche trasparenti di un raccoglitore e ridere,
inorridire
e arrossire,
concentrarsi,
intenerirsi.
Tenere la punta della penna in bilico su un foglio bianco e sentire la potenza di tutte quelle parole e immagini che non riescono a trovare espressione:Il foglio resta bianco,la penna resta carica,i sogni abbozzati.
Abbracciare lo zaino,un sorriso sulla bocca.
Odore di umido,odore di carta,odore di me.
E dopotutto ci sono tante consolazioni! C’è l’alto cielo azzurro, limpido e sereno, in cui fluttuano sempre nuvole imperfette. E la brezza lieve […]
E, alla fine, arrivano sempre i ricordi, con le loro nostalgie e la loro speranza, e un sorriso di magia alla finestra del mondo, quello che vorremmo, bussando alla porta di quello che siamo.
(Fernando Pessoa)       Blog: http://sogna-ragazzo-sogna.blogspot.com/

Offline Alamuna

  • Ciurma
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 6701
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #192 il: 28 Aprile 2012, 13:27:01 pm »
Da quanto tempo non scrivo sul diario del forum!
Di cose ne sono successe e ne stanno succedendo. Un capitolo poco felice della mia vita si è chiuso, e si è chiuso anche nel migliore dei modi, come mi aspettavo.
Finalmente, quindi, un buon periodo. Sempre, forse, circondato da ombre e da nubi che sono in grado di portarmi appresso anche quando c'è il sole per mia naturale inclinazione, ma tutto sommato sì, è un buon periodo. Ho un fidanzato eccellente, stiamo per organizzare un bel viaggio in qualche meta esotica, probabilmente in Egitto, è in uscita il mio primo libro pubblicato, tra un paio di settimane si terrà la prima presentazione in libreria e a questa seguirà una mega festa-buffet per festeggiare non solo il primo libro, ma anche tutti quelli che seguiranno, per festeggiare, più che altro, la nuova strada che ho imboccato (e che ho sempre sognato di imboccare) e che continuerò a percorrere. Non so quando ci sarà una seconda pubblicazione, potrebbe essere presto o più tardi, ma so che ci sarà, e poi ce ne saranno anche altre, perché voglio che quello sia un percorso che mi accompagni per la vita, accanto ad altri percorsi...

Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further. (T. Carlyle)

Offline Marta Karen Micol

  • Collaboratori
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 5516
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #193 il: 29 Luglio 2012, 10:43:23 am »
Non sono mai stata più vulnerabile in vita mia. è questa la verità che fatico ad accettare. so che da sola non posso farcela e ho imparato a chiedere aiuto, ma.... e se mi spezzasse di nuovo il cuore? come mai prima ho bisogno che qualcuno si fidi di me, di qualcuno che creda che ce la farò e che mi tenga la mano nei giorni neri. quelli ci sono ancora. non così spesso, non così neri, ma ci sono. e ho bisogno di qualcuno che mi dica che andrà tutto bene, che mi ricordi che andrà peggio prima di andar meglio, ma che alla fine andrà bene.
in fondo, io ci sono sempre stata per tutti, prima di perdermi. e credo di meritare il loro supporto, adesso. credo di meritare un'ennesima possibilità, non importa quanto li abbia delusi o feriti.
”Albert Camus once wrote, ‘Blessed are the hearts that can bend. They shall never be broken.’ But I wonder, if there’s no breaking, then there’s no healing, and if there’s no healing, then there’s no learning. And if there’s no learning, then there’s no struggle. But struggle is a part of life. So must all hearts be broken?”


http://martamicol.tumblr.com/

Offline Alamuna

  • Ciurma
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 6701
Re: Diario... di viaggio
« Risposta #194 il: 14 Novembre 2013, 18:10:20 pm »
Il tempo corre, ma torna anche. Torna nella forma dei ricordi, spesso avvolto da una tenue nostalgia. Nella mia vita ho sempre assaporato momenti di nostalgia, nostalgia pura: quella in cui ti rivedi in un passato recente o lontano, quando eri in un modo certamente diverso dal presente, forse eri in un altro luogo, e così senti profumi, odori, vedi oggetti, posti. Persone. Sentimenti. Ascolti parole. Canzoni. Melodie. Melodie di pianoforte suonato di sera, prima di addormentarti. Ti rivedi sotto al sole di maggio, un giorno di tanti anni fa, che eri felice e spensierata, o almeno così sembravi. Potevi ancora sorridere con niente. Poi ti fai delle domande, e le domande ti riportano al presente, oggi che sei in un nuovo posto, nuovi odori, nuovi obiettivi, nuovo tutto.
Go as far as you can see, when you get there, you'll be able to see further. (T. Carlyle)