BENVENUTI NEL FORUM!

Autore Topic: VM18 Soltanto lui (3)  (Letto 3189 volte)

Offline SheNuvola

  • Scopritore
  • *
  • Post: 49
VM18 Soltanto lui (3)
« il: 2 Luglio 2009, 14:50:02 pm »
L'auto percorreva la superstrada, la serata era afosa, tipica delle città di mare, i vestiti quasi si appicciacano sulla pelle ed i capelli ramati di Lena contribuivano ad aumentare la calura, che sentiva, in verità in ogni parte del suo corpo, dentro e fuori. Si slacciò la cintura e protese col corpo sinuoso verso di lui, intento nella guida. Iniziò a baciargli il viso, a strofinare sensualmente la sua bocca e i suoi zigomi su quelli di lui. Allungò le mani ed iniziò a carezzargli il petto, come piaceva a lui, che nel frattempo era sempre meno controllato, sempre più eccitato, ma che non perdeva d'occhio la strada.

Li accomunava un senso di follia, di sregolatezza e di passionalità incontrollata. Quella passionalità certamente innato, pensò Lena, anni dopo, per quanto fosse insita nel loro animo, non poteva essere cavata con chiunque; era la loro unione che faceva scoccare quella scintilla, quell'affinità quasi sovrannaturale. Non l'avrebbe mai scordata.

Ad una tratto il coinvolgimento divenne così forte che lui prese parte ai giochi; protese la mano e cercò di perlustrare il corpo della donna, che fino a quel momento era poco meno che ignoto. La carezzò e avvertì i brividi di lei nella pella umida e sudata, fece scivolare la mano, mantenendo l'altra sul volante, fino a giungere nelle parti più nascoste di lei. Prima la toccò e quando la sentì gemere, infilò dentro le dita.

"fermati da qualche parte"

Presero una strada di campagna e si fermarono in uno spiazzo, circondato da alberi ed illuminati dalla luna.

"Vieni su di me" - asserì lui.

Lei slacciò gli stivali e sollevandosi l'abito fino all'inguine, si mise a cavallo su di lui che sarebbe stato già pronto per lei, che slacciò il reggiseno, senza togliere l'abito. Gli tolse la maglietta e prese a strusciarsi su lui, come una gatta in calore. Lui la toccava e la baciava, mentre lei faceva lo stesso. Poi gli aprì la lampo dei pantaloni e fece in modo da procurargli piacere.

Lui la supplicò con gli occhi e lei cercò di aggirare l'ostacolo:

"Anche volendo non abbiamo niente" - sperò lei.

"No..." rispose lui.

Continuavano a guardarsi negli occhi, estasiati da quel momento, che era, nonostante i "paletti", di immenso piacere. Senza togliere lo sguardo dal suo, Lena si scostò sul sedile affianco ed iniziando a baciarlo dall'alto, scese verso giù, decisa a procurargli un piacere forte ed indimenticabile. Fu così.

Lei sognava lui, desiderava più d'ogni altra cosa che lui la facesse sua, avrebbe voluto fare l'amore con lui; ma non poteva accettare di essere relegata al ruolo di amante. Una donna da scopare quando l'altra, la donna vera, la donna ufficiale era stata riaccompagnata a casa o era fuori città. Non poteva accettare di fare del male ad un'altra donna, anche se non la conosceva, di fare del male al suo amor proprio, di essere solo "una botta e via". Lei valeva molto di più e se lui non lo avesse voluto comprendere, l'avrebbe avuta solo in parte, solo fino al momento in cui lei sarebbe stata capace di riprendersi la sua vita e di liberarsi di lui, se mai ci fosse riuscita.
Shenuvola

Offline Marta Karen Micol

  • Collaboratori
  • Medico di Bordo
  • ******
  • Post: 5516
Re: VM18 Soltanto lui (3)
« Risposta #1 il: 2 Luglio 2009, 15:20:22 pm »
mi ci ritrovo anche troppo.... :'(
”Albert Camus once wrote, ‘Blessed are the hearts that can bend. They shall never be broken.’ But I wonder, if there’s no breaking, then there’s no healing, and if there’s no healing, then there’s no learning. And if there’s no learning, then there’s no struggle. But struggle is a part of life. So must all hearts be broken?”


http://martamicol.tumblr.com/

Offline SheNuvola

  • Scopritore
  • *
  • Post: 49
Re: VM18 Soltanto lui (3)
« Risposta #2 il: 2 Luglio 2009, 20:53:52 pm »
Sai che è la stessa cosa che mi ha appena detto una ragazza sul mio blog?? :-O
Shenuvola